Cogenerazione

Un’unica fonte per DUE PRODUZIONI contemporanee d’energia: calore ed elettricità. ALTEA progetta e realizza impianti di COGENERAZIONE adatti ad un uso domestico o industriale, per massimizzare indipendenza e risparmio energetico.


I Vantaggi della Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR)


  • RISPARMIO SULLA PRODUZIONE CON ALTO RENDIMENTO: quando bruciamo combustibile per produrre energia meccanica o elettricità oltre il 50% della potere calorico viene disperso sotto forma di calore senza produrre alcun beneficio. Un processo di Cogenerazione permette di sfruttare tale energia termica per riscaldamento; di conseguenza, è necessario meno combustibile di quanto servirebbe per produrre separatamente le stesse quantità di energia termica ed elettrica.

 

TEMPO DI VITA: Con manutenzioni programmate infine, ogni 2000/3500 ore di funzionamento a seconda dei modelli, un impianto con motori o turbine dedicati può durare più di 20 anni, ma oggi esistono nuovi modelli in ambito domestico che richiedono la manutenzione ogni 10000 ore di funzionamento.             

 

  • RISPARMIO SULLA DISTRIBUZIONE D’ENERGIA: sfruttando un impianto di Cogenerazione per esigenze di autoconsumo si minimizzano le dispersioni di energia elettrica che, inevitabilmente, si verificano durante il trasporto della stessa lungo la rete di distribuzione nazionale. Tale aspetto si associa ai concetti di micro-cogenerazione e localizzazione: con il primo si indicano impianti di Cogenerazione sotto i 50 kW destinati, quindi, a strutture piccole o medie (imprese, scuole, ospedali, comunità, case individuali …), con il secondo si indica la prossimità dell’impianto alla struttura di riferimento proprio allo scopo di ridurre le perdite dovute al trasporto.
  • TRIGENERAZIONE, ULTERIORE RISPARMIO SULLA PRODUZIONE DI FREDDO: nel caso in cui l’energia termica venga sfruttata anche per obiettivi di raffrescamento, si parla di Trigenerazione, processo che produce elettricità ed energia termica, sia sotto forma di calore che di acqua refrigerata utile per il condizionamento o per i processi industriali che necessitano di basse temperature. In questo modo, è possibile, ad esempio, gestire la temperatura degli ambienti di un luogo pubblico a seconda delle stagioni e delle condizioni climatiche esterne, raffreddando quando fa caldo e riscaldando quando fa freddo.


Piccola Cogenerazione: impianti fino a 1 MW per uso industriale

  • Con “piccola cogenerazione” si indicano le unità di cogenerazione con capacità di generazione installata inferiore a 1 MWe.
  • Altea progetta e realizza impianti da 50 kW a 1 MW adatti per strutture medie: imprese, scuole, ospedali, comunità, case di cura, grandi condomini …

  • La “piccola taglia” degli impianti consente in linea di principio un corretto dimensionamento anche rispetto alle capacità produttive in termini di approvvigionamento di fonti energetiche primarie. Limitare l’ampiezza della filiera consente in questo caso anche l’eliminazione dei consumi associati alle eventuali dispersioni di rete (nel trasporto dell’elettricità prodotta) e al trasporto del combustibile fino all’impianto.

Micro-Cogenerazione: impianti fino a 50 kW per uso domestico


  • Con “micro-cogenerazione” si intendono le unità di cogenerazione con capacità di generazione installata inferiore a 50 kWe.
  • La Cogenerazione è una tecnologia ormai affidabile e presenta innumerevoli vantaggi, per primo il rendimento: rispetto alla produzione separata consente di risparmiare circa il 40% di combustibile, con un notevole risparmio economico.
  • Risparmio sulla bolletta del gas e della luce (energia elettrica autoprodotta, e potenza installata). In media l’impianto si ripaga in 4-5 anni con un utilizzo di almeno 3000-4000 ore l’anno (autoconsumo 100% energia elettrica prodotta).

  • Esiste la possibilità di utilizzare combustibili vegetali, ma anche se il Cogeneratore viene alimentato da combustibili fossili, il rendimento elevato comporta notevoli riduzioni nelle emissioni di gas serra e di inquinanti.
  • Con manutenzioni programmate infine, ogni 2000/3500 ore di funzionamento a seconda dei modelli, un impianto con motori o turbine dedicati (ovvero nati appositamente per questo scopo) può durare più di 20 anni. Altea propone anche nuovi modelli che richiedono la manutenzione ogni 10000 ore di funzionamento.

Incentivi fiscali e benefici economici della Cogenerazione


  • Negli ultimi anni, il Parlamento Europeo ha riconosciuto la validità della Cogenerazione ai fini del raggiungimento degli obiettivi del Protocollo di Kyoto e ha emanato delle normative che promuovono la progressiva diffusione di questo processo. Tali interventi, recepiti dai governi nazionali, hanno fatto della Cogenerazione un’opportunità di investimento economico particolarmente interessante per gli enti, sia pubblici che privati. È necessaria, però, una premessa: sono ammessi ai benefici previsti dalla normativa in materia solo gli impianti cosiddetti “ad alto rendimento”. ALTEA fornisce chiavi in mano impianti di Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR), già predisposti, perciò, al conseguimento dei benefici economici previsti per legge.
  • Gli impianti di cogenerazione ad alto rendimento godono di alcuni interessanti incentivi. In particolare godono dei seguenti vantaggi:

  • Priorità nel dispacciamento dell’energia elettrica immessa in rete.
  • Defiscalizzazione del combustibile utilizzato. Per esempio, sono esenti da imposta di consumo 0.25 m3 di gas metano ogni kWh di energia prodotta.
  • Scambio sul posto, impianti di potenza fino a 200kW. Il costo dell’energia in prelievo è nell’ordine di circa 0,14 €/kWh, mentre quello dell’energia acquistata dal distributore è nell’intorno di 0,10 €/kWh. Lo scambio sul posto consente di minimizzare questo handicap consentendo di aprire un conto virtuale con il GSE (Gestore dei Servizi Elettrico) in cui quanto si consuma e quanto si produce si compensa durante l’anno, salvo poi effettuare un unico conguaglio a fine anno.
  • Esenzione dall’obbligo di acquisto dei Certificati Verdi: i Certificati Verdi sono titoli annuali emessi dal GSE (il Gestore dei Servizi Energetici) che attestano che una determinata quantità di energia è stata prodotta a partire da fonti rinnovabili. La legge obbliga i produttori a derivare parte della loro produzione proprio dalle fonti rinnovabili o, in alternativa, ad acquistarne in pari quantità da altri produttori sotto forma di certificati verdi. In considerazione della sua portata ecologica, i legislatori hanno esonerato i titolari di impianti di Cogenerazione dall’acquisto dei certificati verdi.
  • Conseguimento di “CERTIFICATI BIANCHI” o “TEE”, cioè “Titoli di efficienza energetica”. Al contrario dei certificati verdi, che rappresentano una data quantità di energia prodotta da fonte rinnovabile, il certificato bianco sta ad indicare quante tonnellate di petrolio (TEP) sono state risparmiate grazie a determinati interventi tesi a rendere più efficiente il processo di produzione elettrica. Lo Stato italiano obbliga i produttori di energia a conseguire un certo numero di certificati bianchi o, in alternativa, ad acquistarli. Agli impianti di Cogenerazione ad alto rendimento viene riconosciuta l’assegnazione di certificati bianchi.
  • Gli impianti di Cogenerazione che utilizzano fonti rinnovabili (quali biogas, olio vegetale, syngas, ecc.) godono, inoltre, di un vantaggio ulteriore: per gli impianti fino a 1 MW entrati in funzione dopo il 31 dicembre 2007 è possibile sottostare, anziché alla compravendita dei certificati verdi, alla tariffa onnicomprensiva ovvero ad un incentivo monetario, diverso per fonte, che viene concesso in cambio dell’energia immessa in rete.
  • Investimento ed installazione: Finanziamento del 20 o 30% per la realizzazione di progetti pilota per la promozione della Cogenerazione diffusa (Gazzetta Ufficiale N.85 del 13/04/2005). Finanziamenti agevolati e contributi sono periodicamente messi a disposizione da alcune Regioni. Possibilità di recupero dell’IRPEF fra il 36% e 55% per ammortizzare l’investimento nel caso di installazione in edifici esistenti (Legge 23 Dicembre 2005 n. 266). Aliquota IVA al 10%.

La Soluzione Completa chiavi in mano di ALTEA:

  • Fattibilità tecnico-economica e Progettazione

  • Studio preventivo di fattibilità tecnica
  • Progettazione preliminare
  • Stima produttiva e valutazioni economiche
  • Preventivo e presentazione dell’offerta

  • Supporto per il superamento delle due-diligence bancarie per l’ottenimento di finanziamenti
  • Realizzazione dell’impianto a regola d’arte

  • Realizzazione del progetto esecutivo
  • Fornitura dei materiali
  • Installazione dell’impianto in rispetto delle norme di sicurezza
  • Collaudo

  • Attivazione della documentazione e delle pratiche autorizzative
  • Manutenzione ordinaria e straordinaria

© 2012 Altea Sistemi
Powered by